MANUEL BIFARI, A STAR IS BORN

Sono riuscito a chiacchierare con il mio bravissimo e impegnatissimo amico Manuel Bifari, fotografo di professione, ma adesso basta presentazioni e godetevi qualche novità sulla sua carriera.

– Sei uno dei fotografi più di tendenza in Italia e sei spesso ingaggiato per eventi e campagne pubblicitarie di brand molto noti ma non sappiamo come e da dove sei partito, raccontaci!

Il mio percorso fotografico inizia circa all’età di 16 anni, ho scoperto la fotografia per gioco, mi divertivo a scattare le foto ad alcune mie amiche per poi pubblicarle sui social che stavano nascendo proprio in quel periodo, erano tutti esperimenti ma il fatto che le persone apprezzassero quelle foto scattate senza seguire alcuna regola mi davano la carica e lo stimolo di tuffarmi sempre più nella fotografia, così ho cominciato a documentarmi e a sperimentare nuove tecniche fotografiche per trovare ogni volta qualcosa di nuovo per stupire le persone che avrebbero guardato le mie foto; lo stupore credo sia l’emozione che cerco piú di suscitare in chi guarda le mie produzioni.Qualche anno dopo entro a far parte di un associazione di giovani artisti ed é proprio lí che arriva il mio primo incarico che mi ha dato la possibilità di venir fuori come artista, si trattava di scattare un reportage dell’edizione 83 di Pitti Immagine a Firenze, evento nel quale ho capito che la fotografia sarebbe stata una delle cose fondamentali nella mia vita.

-Hai raggiunto tutto ciò a cui potevi ambire, hai un’agenzia e lavori molto sia per la fotografia che per i social media ma hai ancora qualche sogno nel cassetto? Anche non nella vita professionale

Sono una persona che non si accontenta facilmente, sono molto severo com me stesso.In ambito lavorativo ho ancora qualche sogno nel cassetto perché sognare tiene accesa in me la voglia di fare sempre di più e di migliorarmi; uno dei miei più grandi sogni è di poter lavorare con un personaggio molto noto nel panorama musicale che ammiro da anni, ma i sogni nel cassetto non possono essere svelati quindi per questo ti lascio immaginare 😉

– Hai lavorato con molte celebrity ed altre le hai conosciute però con chi hai legato più e perché?

Durante il mio percorso lavorativo ho lavorato con tantissime persone, con ognuno di loro ho intrapreso un percorso diverso, sia artistico che interpersonale, insieme abbiamo creato delle immagini che raccontano ed esprimono la visione che abbiamo avuto nel lavorare insieme ad un determinato progetto. Sicuramente però la persona con cui ho legato di più è Giulia Valentina, abbiamo un’amicizia molto forte consolidata negli anni, una delle cose che più apprezzo del nostro rapporto é che ci sia una sintonia lavorativa così forte da portarci a dimenticare le parti faticose del nostro lavoro: svolgere il proprio lavoro come se fosse un divertimento a mio parere non ha prezzo.

– Hai scattato una meravigliosa campagna per Etro, brand che amo e con cui lavoro anch’io, che ha avuto molto successo. Questa tua creatività e questo tuo sono li hai sempre avuti o hai capito dopo di essere portato per questo?

Ho sempre amato la moda e mi sono sempre ritenuto una persona molto creativa, ma credo che la ricerca di un determinato stile e lo sviluppo di una propria creatività riconoscibile si possa sviluppare solo con il tempo. Credo di aver mutato molto il mio stile fotografico negli ultimi 5 anni, ma solo grazie alla continua ricerca e continuando a mixare il mio gusto personale con le tendenze di un determinato momento.

– Adesso ti faccio un’ultima domanda un po’ fuori contesto: qual è il posto più bello per scattare una foto in Italia e perché?

In Italia? È un po’ difficile rispondere perché davvero in Italia si fa fatica a scattare foto che non parlino nella nostra terra, amo gli scenari storici di Roma, la particolarità di Venezia ed i tramonti Toscani, ma uno dei posti che ultimamente più mi ha colpito è la Sicilia, il cielo, i colori caldi, il mare, una palette di colori che esprime il mio mood a tutto tondo. Anche se sono molto curioso di scattare qualcosa di nuovo in Puglia, posto che mi affascina un sacco e che ritengo possa regalarmi nuovi scenari interessanti.

Che ne pensate di lui? Secondo me è pazzesco! Ci sentiamo Giovedì con le nostre settimanali pillole di stile.

ENGLISH

I managed to chat with my very talented and committed friend Manuel Bifari, a professional photographer, but now enough presentations and enjoy some news about his career.

– You are one of the trendiest photographers in Italy and you are often hired for events and advertising campaigns of well-known brands but we don’t know how and where you started from, tell us!

My photographic journey begins around the age of 16, I discovered photography for fun, I had fun taking photos of some of my friends and then posting them on social networks that were being born right at that time, they were all experiments but the fact that people liked those photos taken without following any rule they gave me the charge and the urge to dive more and more into photography, so I began to document myself and experiment with new photographic techniques to find every time something new to amaze people who would have looked at my photo; the amazement I think is the emotion that I try most to arouse in those who watch my productions. A few years later I joined an association of young artists and it is precisely there that my first assignment came that gave me the opportunity to come out as an artist, it was a question of taking a report of the 83 edition of Pitti Immagine in Florence , an event in which I understood that photography would be one of the fundamental things in my life.

-You have achieved everything you could aspire to, you have an agency and you work a lot for both photography and social media but still have some dreams in your drawer?

Even not in professional life I am a person who is not easily satisfied, I am very strict with myself. In the workplace, I still have some dreams in my drawer because dreaming keeps the desire to do more and better and better in me; one of my biggest dreams is to be able to work with a well-known character in the music scene that i have admired for years, but dreams in the drawer they can’t be revealed so that’s why I let you imagine 😉

– Have you worked with many celebrities and have you known others, but with whom have you tied the most and why?

During my career I have worked with many people, with each of them I have taken a different path, both artistic and interpersonal, together we have created images that tell and express the vision we had in working together on a specific project. Certainly, however, the person with whom I have bonded most is Giulia Valentina, we have a very strong friendship consolidated over the years, one of the things I most appreciate about our relationship is that there is a strong working harmony that leads us to forget the strenuous parts of the our job: doing your job as if it were fun in my opinion is priceless.

– You took a wonderful campaign for Etro, a brand I love and work with too, which has been very successful. Have you always had this creativity and this yours or did you understand after being brought for it?

I have always loved fashion and have always considered myself a very creative person, but I believe that the search for a certain style and the development of one’s own recognizable creativity can only develop over time. I think I have changed my photographic style a lot in the last 5 years, but only thanks to continuous research and continuing to mix my personal taste with the trends of a given moment.

– Now I’m going to ask you one last question a little out of context: what is the most beautiful place to take a photo in Italy and why?

In Italy? It is a bit difficult to answer because in Italy it is really difficult to take photos that do not speak in our land, I love the historical scenarios of Rome, the peculiarity of Venice and the Tuscan sunsets, but one of the places that most impressed me lately is Sicily, the sky, the warm colors, the sea, a color palette that expresses my all-round mood. Although I am very curious to take something new in Puglia, a place that fascinates me a lot and that I think can give me new interesting scenarios.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...